Risparmio Energetico- La posizione del Parlamento Europeo

Il Parlamento Europeo ha adottato la sua posizione in merito alle leggi UE che hanno come obiettivo garantire una sempre maggiore diffusione ed un più elevato utilizzo di energie rinnovabili con il fine ultimo di ridurre il consumo di energia entro il 2030.

Lo scorso 14 settembre i Deputati hanno votato la revisione della direttiva sulle energie rinnovabili. Oggetto della direttiva è l’aumento dall’attuale previsto 32% ad un più significativo 45% della quota di rinnovabili nel consumo finale di energia. Questo obiettivo sostenuto nel pacchetto “RepowerEU” riguarda i consumi dell’UE ed ha come deadline il 2030.

I provvedimenti di legge vanno a ridefinire gli obiettivi per il settore dei trasporti e quelli relativi al riscaldamento e al raffreddamento degli edifici. L’impiego delle energie rinnovabili nel settore dei trasporti dovrebbe portare ad una notevole riduzione di emissioni di gas serra, grazie all’utilizzo di biocarburanti e carburanti di origine non biologica, come l’idrogeno.

La richiesta fatta a tutti i Paesi dell’UE è di sviluppare due progetti per l’espansione e l’utilizzo dell’elettricità GREEN. I paesi con un consumo annuo di elettricità superiore a 100 TWh dovranno svilupparne un terzo entro il 2030. I deputati riuniti hanno adottato emendamenti in cui viene richiesta una riduzione graduale della quota legno primario definito come Energia Rinnovabile. Il riferimento legislativo è stato approvato con 418 voti foverovoli,109 contrari e 111 astenuti.

 

Risparmio Energetico – Direttiva

In una votazione separata è stata sostenuta anche la revisione della direttiva sull’efficienza energetica. I Deputati hanno adottato misure riguardanti il risparmio energetico nel consumo di energia prima e finale nell’Unione Europea, fissandone gli obiettivi di dettaglio.

Nella direttiva si chiedere ai Paesi dell’UE di garantire collettivamente, entro il 2030, una riduzione del consumo di energia finale di almeno il 40% e di almeno il42,5% del consumo di energia primaria, rispetto ai dati relativi al 2007.

Per poter raggiungere gli obiettivi previsti per il 2030, gli Stati Membri dovranno stabilire i contributi nazionali vincolati.

Obiettivi raggiungili tramite misure a livello locale, regionale, nazionale ed Europeo in numerosi settori: dalla pubblica amministrazione, edifici, aziende e i centri di dati.

 

Contribuisci al risparmio energetico, intraprendi la via della Sostenibilità GREEN.

Consulta il nostro sito e fissa un colloquio con i nostri consulenti per ricevere le ultime notizie sul settore energetico e dar luce al tuo progetto.