Interventi e Modalità – Bonus Fotovoltaico 

L’ acquisto di pannelli fotovoltaici e/o di sistemi di accumulo connessi a sistemi fotovoltaici sono le spese ammissibili per beneficiare del bonus fotovoltaico. Il bonus fotovoltaico è a disposizione di chiunque abbia effettuato la spesa o intenda farlo entro il il 31 dicembre 2022.

L’Agenzia delle Entrate ha definito le linee guida e scandito i tempi per usufruire dell’agevolazione.

Chi può beneficare del bonus?

Possono beneficiare del bonus fotovoltaico tutti coloro che hanno sostenuto spese inerenti un impianto fotovoltaico tra il 1° gennaio 2022 ed il 31 dicembre 2022. Queste spese devono essere relative all’installazione di sistemi di accumulo integrati in impianti destinati alla produzione elettrica alimentati da fonti rinnovabili. Ogni spesa che si desidera sottoporre a richiesta di bonus deve essere documentata.
Il bonus fotovoltaico è esteso anche agli impianti già esistenti. Nel caso di un impianto già in essere è richiesto il collegamento degli accumulatori speciali che permettono di immagazzinare l’energia prodotta. Questa energia che non sarà utilizzata durante il giorno, verrà rensa poi disponibile nelle ore serali.

Quali impianti possono beneficiare del bonus fotovoltaico?

Possono beneficiare del bonus gli impianti di accumulo al litio, ma anche quelli al piombo di vecchia tecnologia. Questi impianti di accumulo devono essere abbinati ad un impianto fotovoltaico con lo scopo di immagazzinare l’energia in eccesso prodotta e non consumata nell’immediato.

Qual è l’entità del bonus?

L’entità del bonus concesso sarà resa nota tramite un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate. Questa percentuale sarà comunicata con un futuro provvedimento. Questo rimando è legato al credito d’imposta e dipenderà dall’ammontare dei 3 milioni di euro stanziati nel 2022 e le spese agevolabili nelle istanze.

Come presentare la richiesta, istruzioni

La domanda va inderogabilmente avanzata entro il 30 Marzo 2023.

La richiesta dovrà essere presentata a partire dal 1° marzo 2023 e solo attraverso la modalità di compilazione e invio telematico.  L’Agenzia delle Entrate ha appositamente predisposto una piattaforma dedicata.

Quali sono le scadenze per la richiesta:

  • 31 dicembre 2022 per i lavori su edifici singoli se al 30 settembre 2021 è stata presentata la CILA o sono state avviate le formalità per l’acquisizione del titolo abilitativo;
  • 31 dicembre 2022 per i lavori su edifici singoli adibiti ad abitazione principale per chi ha un ISEE non superiore a 25 mila euro;
  • 31 dicembre 2023 per i lavori su condomini con superbonus 110%, 31 dicembre 2024 con superbonus 70% e 31 dicembre 2025 con superbonus 65%;
  • 30 giugno 2023 per i lavori effettuati da IACP e cooperative;
  • 31 dicembre 2023 per i lavori effettuati da IACP e cooperative se a giugno 2023 è stato eseguito almeno il 60% dell’intervento complessivo.

 

Per un’analisi strutturata affidati a dei professionisti, richiedi un preventivo personalizzato.

Gaia Energy, la tua scelta positiva.

Agrisolare

Agrisolare cosa prevede e come funzionerà? E’ prevista nei primi giorni di aprile 2022 la pubblicazione del bando per l'attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, Missione 2, componente…